Purificatore d’aria

Il purificatore d’aria è uno strumento particolarmente in voga negli anni recenti, la cui popolarità è in crescendo a causa della preoccupazione sempre più forte per l’inquinamento e la qualità dell’aria che respiriamo. L’attenzione a questo tema non riguarda più solamente i soggetti allergici, come poteva essere fino a non molto tempo fa, ma è sempre più presente nella coscienza popolare. Ma cos’è esattamente un purificatore d’aria, e come funziona? È davvero efficace? In questa pagina proviamo a rispondere a queste due domande, per aiutarvi a capire se effettivamente un purificatore d’aria può fare al caso vostro.

purificatore aria philips ac4080

Cosa fa un purificatore d’aria?

Il bisogno dietro la nascita e la diffusione dei purificatori d’aria è quella di filtrare e ripulire l’aria dalle particelle potenzialmente irritanti e fastidiose per l’apparato respiratorio, dalla polvere, agli allergeni, ai batteri, fino al fumo di sigaretta. Per ottenere questo risultato, un purificatore d’aria aspira l’aria dall’ambiente in cui si trova e la sottopone a un trattamento volto a separare le particelle di ossigeno da tutte le altre.

Qui sotto trovate una offerta ad un ottimo purificatore d’aria della Philips:

Philips AC4012/10

299,99 € 207,68 €

Oggi risparmi il 31%!

117 lettori hanno comprato questo prodotto

» RECENSIONE
» AD AMAZON
Philips AC4012/10

299,99 € 207,68 €

Oggi risparmi il 31%!

117 lettori hanno comprato questo prodotto

» RECENSIONE
» AD AMAZON

Le tecnologie sviluppate per effettuare questo “lavaggio” sono molteplici, e vi consigliamo di documentarvi su ognuna di esse prima di determinare quale può essere quella più indicata per voi, per la vostra salute e anche per il vostro budget!

Tecnologie di purificazione

Vediamo dunque quali sono le tecnologie alla base della purificazione d’aria, come funzionano, quali vantaggi e svantaggi presentano:
purificatore d'aria ceramica

Sterilizzazione termodinamica

In questo caso non si tratta di una tecnologia filtrante, perché le particelle non vengono catturate, bensì distrutte e decomposte. Questo tipo di purificatore presenta un nucleo in ceramica microporosa che viene riscaldato a circa 200 °C, e le particelle organiche che lo attraversano vengono distrutte dal calore, in un procedimento analogo a quello della sterilizzazione. L’aria viene convogliata verso il nucleo ceramico per il naturale principio di convezione, senza bisogno di ventole aspiranti. L’aria ripulita viene raffreddata da un’apposita piastra raffreddante prima di essere reimmessa nell’ambiente.

  • Pro: consuma poco, è silenzioso, non produce gas di scarico quale l’ozono, facile manutenzione
  • Contro: per una reale efficacia deve essere tenuto sempre in funzione, non è chiaro quanto siano insalubri i resti decomposti delle particelle distrutte

Irradiazione ultravioletta

Questa tecnologia sterilizza l’aria sottoponendola, via ventilazione forzata, al passaggio sotto lampade UV che, come nel caso della sterilizzazione termodinamica, “bruciano” le particelle organiche presenti nell’aria, separandone i residui dalle molecole di ossigeno. Un sistema di filtrazione si occupa di raccogliere questi residui.

  • Pro: facile manutenzione, non produce gas di scarico
  • Contro: di norma non è un sistema adottato nei dispositivi domestici

Filtrazione

purificatore d'aria filtro
Questa tecnologia si basa sul convogliamento forzato dell’aria attraverso una serie di filtri fisici, che la “setacciano” per stadi successivi dalle particelle, dalle più grandi alle più piccole. I filtri HEPA (High-efficiency Particulate Arrestance) garantiscono la filtrazione del 99,97 % delle particelle dagli 0,03 micron di diametro in su. Negli apparecchi domestici, un pre-filtro lavabile precede di solito il filtro vero e proprio, per garantire a quest’ultimo una durata più lunga. Anche in questo caso, i dispositivi che si servono dei soli filtri fisici non producono gas di scarico potenzialmente dannosi.

  • Pro: filtrazione efficace garantita (almeno nel caso dei filtri HEPA), non produce gas di scarico nocivi (ozono)
  • Contro: i filtri hanno bisogno di pulizia periodica o di sostituzione, e i costi spesso non sono indifferenti. Il consumo elettrico è superiore ad altri sistemi per la necessità di forzare l’aria attraverso filtri anche molto densi

Carbone attivo

La tecnologia basata su questo materiale poroso permette di catturare e assorbire gli agenti chimici presenti nell’aria, che vengono fatti passare dallo stato gassoso a quello solido senza l’utilizzo di sostanze potenzialmente tossiche. Questa tecnologia non è efficace contro le particelle più grosse, e si trova pertanto di solito in combinazione con altre tecnologie, come quella di filtrazione.

  • Pro: il carbone attivo in sé non richiede consumi elettrici, non produce gas di scarico, è facile da sostituire
  • Contro: va comunque sostituito periodicamente, non è efficace contro le particelle più grandi

Polarizzazione elettronica

I purificatori che si servono di questo tipo di tecnologia creano al proprio interno un campo elettrico attraverso cui l’aria viene convogliata; le particelle presenti in essa assumono una carica elettrica e vengono attratte da supporti a loro volta caricati nel senso opposto, e così intrappolate. Non si tratta di ionizzazione dell’aria, anche se il principio è simile, e non produce gas di scarico. L’efficienza è vicina a quella dei purificatori a filtro e il consumo elettrico è inferiore a questi ultimi.

  • Pro: efficiente, consumi elettrici accettabili, facile manutenzione, non produce gas di scarico dannosi
  • Contro: consumo elettrico comunque superiore rispetto ad altre tecnologie prive di ventilazione forzata

Ionizzazione

purificatore d'aria ioni
In questo caso, all’interno del dispositivo vengono generati elettricamente ioni, di solito positivi, che si attaccano alle particelle organiche al loro passaggio e le trascinano con sé verso una piastra di raccolta caricata nel senso opposto. Questa tecnologia può avvalersi sia della ventilazione forzata, per un’efficienza maggiore a consumo energetico però più elevato, sia di nessuna ventilazione, con un’efficacia inferiore ma a rumorosità nulla. La ionizzazione comporta la produzione di quantità minime di ozono.

  • Pro: consumi elettrici in generale ridotti, efficace, facile manutenzione
  • Contro: produce gas di scarico potenzialmente nocivi, anche se in quantità ritenute sicure per la salute

Efficacia

Sulle capacità filtranti dei purificatori d’aria c’è generalmente poco da obiettare, le tecnologie illustrate qui sopra sono tutte valide. Qualche parola possiamo spenderla sull’utilizzo di questi strumenti: la purificazione è tanto più efficace quanto meno l’aria all’interno del locale viene cambiata aprendo porte e finestre, e quanto più a lungo il dispositivo viene tenuto acceso (non a caso i produttori spesso consigliano un utilizzo continuativo).
In quali circostanze dunque può essere davvero utile un purificatore d’aria? Se siete allergici agli acari della polvere, al pelo di cani e gatti (e avete un animale in casa) o ai pollini, può portarvi beneficio avere un purificatore sempre acceso in camera da letto, per aiutarvi ad avere notti tranquille, soprattutto se siete attrezzati anche di un aspirapolvere con un buon filtro (preferibilmente HEPA). Se siete fumatori, se la vostra cucina è molto aromatica, se avete animali in casa con le relative lettiere, un purificatore d’aria può aiutarvi a contenere o eliminare i cattivi odori.

Qui sotto trovate una offerta ad un ottimo purificatore d’aria della Philips:

Philips AC4012/10

299,99 € 207,68 €

Oggi risparmi il 31%!

117 lettori hanno comprato questo prodotto

» RECENSIONE
» AD AMAZON
Philips AC4012/10

299,99 € 207,68 €

Oggi risparmi il 31%!

117 lettori hanno comprato questo prodotto

» RECENSIONE
» AD AMAZON

8 commenti su “Purificatore d’aria

  1. avrei bisogno di una macchina che purifichi l’aria per un abitazione di 90 mq e allo stesso tempo mantenga costante il grado di umidità, per cui sia dotata di igrometro e faccia sia da umidificatore che deumidificatore non mi importa del costo ma deve fare tutto da sola. potete darmi un consiglio?

    1. Ciao emanuela,

      Per quella superficie e con tutte quelle funzioni possiamo consigliarti solo un impianto di climatizzazione: esistono infatti climatizzatori fissi in grado di assolvere a tutte le funzioni che richiedi. Rivolgiti a un tecnico installatore di fiducia!

      Ciao!

      Il Team di Umidificatore.org

  2. Salve,
    X una cameretta piccolissima e un soggiorno di 25mq, esiste un purificatore “intelligente” ( da spostare) che oltre a purificare l’aria la umidifichi e deumidifichi a seconda delle necessità?
    Grazie, Alessandra

    1. Ciao Alessandra,

      possiamo indicarti il deumidificatore-purificatore d’aria Klarstein Drybest 40, ancora non conosciamo un apparecchio che sia in grado di soddisfare pienamente le tue esigenze.

      Ciao,

      Il Team di Umidificatore.org

    1. Ciao Pamela,

      non ci dici quanto è grande l’ambiente da purificare e quanto vuoi spendere, comunque al momento possiamo indicarti l’ottima offerta del Philips AC1215/10.

      Ciao,

      Il Team di Umidificatore.org

  3. Salve, qualche dritta x un Purificatore che contemporaneamente Umidifichi una stanza di
    circa 25 mq dato che con la stufa a pellet l’aria e’ TROPPO secca. Grazie Lorenzo